Pochi gli spettatori presenti al teatro di Eraclea Minoa per assistere allo spettacolo di Gianfranco Jannuzzo. Forse la causa è da addebitare al costo del biglietto (25 E) e alla contemporaneità a Cattolica della festa della Madonna del Carmelo.

Tuttavia, gli spettatori presenti hanno assistito divertiti ai monologhi dell’attore agrigentino, interrompendolo spesso con lunghi e scroscianti applausi.

Gianfranco Juannuzzo si è confermato uno straordinario comico umorista: quasi un’ora e mezzo di gag esilaranti, ma non fine a se stessi. Con l’ironia che lo distingue ha infatti trattato temi amari come quello dell’annosa crisi idrica che affligge Agrigento e gran parte della Sicilia. Diverse anche le gag pregne di umorismo, a tratti anche feroce, che contrapponevano il Nord ricco ad un Sud povero, ma più ironico e divertente. In un momento dello spettacolo Jannuzzo ha voluto persino immaginare un’Italia al contrario, con il Meridione che magicamente si trasformava nel Nord produttivo del Paese, con tutti i pro e i contro, nebbia compresa e l’attuale Padania in Sud cicala, allegro e spensierato anche se povero. Anche questa volta per le interviste ci siamo avvalsi della collaborazione di Melinda Miliziano, alla quale vanno i nostri ringraziamenti per la sua disponibilità.