Evviva, è arrivato Google Chrome

Evvabbè, anche se ne hanno parlato in tanti (persino Studio Aperto, pensa un po’), lo faccio pure io. Mi riferisco al novo browser (versione beta) appena lanciato da Google, Chrome. Ne parlo dopo averlo scaricato ed installato, e dopo averlo testato per qualche ora posso affermare che in effetti pare confermare le indiscrezioni della vigilia: è potente, veloce e grazie ad un innovativo sistema anti-phishing, che avvisa il navigante se sta per accedere ad un sito pericoloso, sembra abbastanza sicuro. Tra le novità che offre, vi è la possibilità di navigare in rete in incognita, in questo modo nessuna informazione viene lasciata sul pc che stai adoperando, ne tanto meno nei siti che hai visitato, non male, vero? Ma sono solo alcune delle caratteristiche, ve ne sono molte altre. Intanto, se volete, potete dare un’occhiata al fumetto che lo ha accompagnato nel lancio [link]; oppure alla pagina che contiene una serie di video che spiegano passo passo le sue funzionalità [link]; se invece desiderate scaricarlo vi basterà collegarvi a questo [link].

Il browser di Google farà concorrenza soprattutto ad Explorer della Microsoft (che ha appena lanciato la versione 8 ) e a FireFox che fino ad oggi è stato il mio preferito, vediamo se Chrome mi farà cambiare idea.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Paolo Merolla ha detto:

    Sicuramente è velocissimo, mantiene molte pagine aperte meglio di Firefox, però si vede che è un beta, ad esempio non carica la bene la grafica spesso. Il confronto con IE non posso farlo perché l’ho eliminato da tempo.
    Com’è adesso, non mi dilungo, non è ancora adatto per chi usa internet come mezzo.

  2. Liborio Butera ha detto:

    In effetti necessita di qualche miglioria, ma come giustamente hai evidenziato è una beta anche se da l’impressione di essere ottimizzato per eseguire applicazioni web sul proprio PC, una sorta di sistema operativo innovativo da sfruttare soprattutto in rete.
    Che sia una nuova trovata di Google per fare ancora più concorrenza alla Microsoft?