Il Coordinamento Lavoratori della scuola “3 ottobre” di Milano esprime la massima solidarietà ai colleghi precari della provincia di Mantova

Il Coordinamento Lavoratori della scuola “3 ottobre” di Milano esprime la massima solidarietà ai colleghi precari della provincia di Mantova che il 5 settembre, in base alla Circolare dell’USP di Mantova n. 8499 del 5 settembre 2012, sono stati esclusi dal conferimento dell’incarico a tempo determinato che spetta loro di diritto.

Riteniamo infatti che tale misura presa dall’Usr della Lombardia (caso assolutamente anomalo che non si registra da parte di nessun altro Usr) non abbia alcun fondamento giuridico e non sia altro che una ritorsione nei confronti di quei docenti che hanno fatto ricorso contro la pratica di utilizzare personale precario senza immetterlo in ruolo per più di tre anni e che hanno vinto la causa ottenendo il riconoscimento economico del danno subito – sentenza del Tribunale del Lavoro di Mantova n. 258/2011, in luogo di essere assunti in ruolo.

Siamo di fronte ad un evidente caso di mobbing nei confronti di quei lavoratori che lottano per fare valere i propri diritti e di un tentativo di intimorire gli altri precari dall’intraprendere simili azioni di tutela legale in futuro. Auspichiamo pertanto che la situazione venga risolta al più presto conferendo ai docenti precari di Mantova gli incarichi che spettano loro di diritto e che simili situazioni si non ripetano più in nessuna provincia italiana.

Coordinamento lavoratori della scuola “3ottobre” – Milano

contatti:

coordinamento3ottobre@gmail.com

Potrebbero interessarti anche...