I Kiwi? Fanno bene alla salute e alla muscolatura: lo dice uno studio neozelandese, positive le reazioni a Vercelli e Biella, dove le colture sono in crescita…

VERCELLI/BIELLA, 18 marzo – I kiwi e fanno bene alla salute e alla muscolatura: una buona notizia per una produzione di rilievo nelle province di Vercelli e Biella, dove l’ettarato destinato alla coltivazione di questi frutti è in costante crescita.
Una ricerca neozelandese ha confermato che con due kiwi al giorno, infatti, si assicura ai muscoli la dose ottimale di vitamina C.
Lo studio è stato pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition.
L’obiettivo della ricerca era quello di individuare il metodo migliore per assumere vitamina C soprattutto per quanto riguarda i muscoli scheletrici. E i risultati hanno evidenziato come le fibre muscolari scheletriche siano particolarmente sensibili alle variazioni dei livelli di vitamina C nell’organismo: basta infatti un lieve calo di questa vitamina perché le funzioni muscolari vengano influenzate negativamente.
Gli autori hanno analizzato 36 soggetti volontari di sesso maschile, non fumatori, che sono stati invitati in modo casuale a consumare per un periodo di sei settimane mezzo kiwi o 2 kiwi al giorno. Ai partecipanti sono stati prelevati campioni di sangue prima, durante e dopo il test. Inoltre, prima dell’inizio dell’esperimento è stata effettuata per ognuno di loro la biopsia del vasto laterale (uno dei 4 muscoli del quadricipite femorale). Alla fine, i ricercatori hanno notato che coloro che durante il test avevano mangiato un paio di kiwi al giorno mostravano un livello di energia superiore agli altri e presentavano una quantità ottimale di vitamina C nell’organismo.
I ricercatori neozelandesi hanno voluto precisare che non tutti i frutti possono vantare lo stesso apporto vitaminico dei kiwi, uno dei frutti con più alta concentrazione vitaminica. Altri studi avevano già in precedenza mostrato che alcune varietà di frutta e verdura come arance, limoni, fragole, ribes, cavoli, insalata verde, rucola, peperoni e spinaci fossero ottimi “fornitori” di vitamina C. Pertanto, la presenza di queste varietà di ortofrutta non deve mai mancare sulla nostra tavola, perché il loro consumo rappresenta il metodo più sano ed efficace per tenere alla larga i classici mali di stagione.
La pianta del kiwi è bisognosa d’acqua e trova dimora ideale nelle nostre pianure irrigue e “terre di riso” o nelle aree lacustri, distinte da un ideale microclima.

“La “mappa” della produzione di Kiwi nelle province di Vercelli-Biella vede una particolare concentrazione nella Bassa pianura intorno a Borgo d’Ale, Cigliano, Moncrivello ed Alice Castello” dice il presidente di Coldiretti Vercelli-Biella Paolo Dellarole: “In tutto la provincia di Vercelli conta 230 ettari in produzione, che nella zona di Borgo d’Ale sono in gran parte alimentati attraverso impianti di microirrigazione attivati grazie ad un progetto realizzato negli scorsi decenni. La varietà più diffusa è l’Hayward su tutto il nostro territorio.
Importanti anche le concentrazioni colturali intorno al lago di Viverone, che fa raggiungere alla provincia di Biella un ettarato di ulteriori 50 ha”.

Coldiretti

Potrebbero interessarti anche...