Da Vercelli-Biella a Roma per l’assemblea della Federpensionati Coldiretti:prevista anche l’udienza in Vaticano con Papa Francesco

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa della COLDIRETTI di Biella e Vercelli. Nel comunicato si evince che dopo l’assemblea della Federpensionati una delegazione della quale faranno parte anche alcuni biellesi e vercellesi sarà ricevuta in audizione dal Papa Francesco.

VERCELLI/BIELLA, 23 gennaio – C’è anche la delegazione di Vercelli-Biella, guidata dalla presidente interprovinciale Bruna Zublena, con il segretario Gian Mario Cenerini, alla tre giorni assembleare Federpensionati Coldiretti che si conclude oggi, 23 gennaio, all’Ergife Palace Hotel di Roma, per l’approvazione delle modifiche statutarie.
Nell’ occasione dei 45 anni dell’associazione, si fa il punto sull’impegno dell’Organizzazione in campo sociale e previdenziale. Seguirà l’udienza papale in Vaticano. All’importante evento, presenzieranno il presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo, e il segretario generale, Vincenzo Gesmundo.
Alla tre giorni assembleare sono presenti quattrocento delegati giunti a Roma da tutta Italia, in rappresentanza degli oltre settecentomila pensionati della Coldiretti.
Rapporto tra generazioni con il ruolo dei nonni nel sostegno e la formazione delle famiglie; presidi territoriali nelle aree rurali per una maggior fruibilità di servizi sanitari, socio-sanitari e alla persona; famiglia e territorio con livelli essenziali di assistenza a valore aggiunto; iniziative ed esperienze con il ruolo attivo del pensionato quale modello di traino culturale, economico e solidale. Sono questi i principali temi che saranno affrontati nel corso dell’Assemblea della Federpensionati e che derivano dal Progetto Coldiretti: l’Italia che vogliamo. L’assemblea nazionale fa seguito ad una lunga serie di incontri territoriali, per riflettere sulle maggiori problematiche della categoria.

I lavori della tre giorni vertono sui progetti per garantire il presidio territoriale nelle aree rurali e la maggior fruibilità di servizi sanitari, socio-sanitari e alla persona; sulla famiglia e il territorio con livelli essenziali di assistenza a valore aggiunto; sulle iniziative e le esperienze con il ruolo attivo del pensionato, quale modello di traino culturale, economico e solidale.
“Pur in presenza della persistente crisi economica, che sembra mettere in discussione i valori del welfare, gli anziani del mondo agricolo meritano maggiore attenzione da parte delle istituzioni” commentano Paolo Dellarole e Marco Chiesa, presidente e direttore della Coldiretti interprrovinciale.
“Con i loro valori di esperienza e di saperi da trasmettere alle nuove generazioni, e lo spirito di solidarietà che li esalta nei momenti di bisogno della collettività, sono una risorsa per la società”.
Anche al fine di valorizzare il ruolo attivo degli anziani, nel corso dell’Assemblea verranno mostrati gli esempi di alcuni pensionati coltivatori, che racconteranno la loro esperienza di lavoro, per aprire il dibattito e il confronto sull’importanza del mantenimento del territorio e delle produzioni tipiche.

La Federpensionati Coldiretti, che aderisce alla Confederazione Nazionale Coldiretti, è una libera Organizzazione di categoria che si propone di rappresentare, tutelare e difendere i pensionati coltivatori diretti, i pensionati ex dipendenti della Confederazione, delle Federazioni e degli Organismi ed Enti che sono emanazione della Coldiretti, oltre ai pensionati di tutte le categorie di lavoratori che gravitano nel mondo agricolo e rurale.

Potrebbero interessarti anche...