Sempre più terreni coltivati ad Ogm

Ancora una volta a denunciarlo e’ il quotidiano La Stampa: gli Ogm (organismi geneticamente modificati) stanno conquistando sempre più terreni coltivati. Aumentano ad un ritmo del 3% l’anno che corrisponde a 5 milioni di ettari l’anno, una bella fetta di terreno coltivabile sottratto alle coltivazioni naturali. La maggior parte dei terreni coltivati e’ negli USA, ma anche in Europa che registra 148 mila ettari destinate alle coltivazioni biotecnologiche, detto in soldoni significa che con molta probabilità gli Ogm hanno fatto più volte capolino sulle nostre tavole senza che nessuno c’è lo abbia mai detto. Se a questo aggiungiamo il fatto che l’Europa, con in testa la Germania, e’ pronta a liberalizzarne la coltivazione e’ facile immaginare che nel giro di qualche decennio le coltivazioni naturali li troveremo solo in “orti museo” destinati agli appassionati del genere, ci chiediamo con un po’ di timore se tutto ciò non finisca per danneggiare l’equilibrio già precario di suo, dell’ecosistema e francamente tutto ciò ci rende molto tristi.

Potrebbero interessarti anche...