FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA: ecco l’ultimo treno per il rilancio del nostro PAESE.

Si avvia alla definizione il programma 2o14-2020, circa 57 miliardi  di euro sono stati destinati all’AGRICOLTURA.  Considerato che il nostro territorio è particolarmente vocato per determinate colture, alcune delle quali quasi scomparse, credo sia arrivato il momento, se si vogliono  utilizzare le nostre risorse in questo settore, di avviare tutti gli strumenti pubblicitari e di informazione  per creare  sviluppo e  lavoro.Le vocazioni riguardano colture già abbastanza presenti  che sono l’olivo e la vite, a cui possiamo aggiungere, colture ormai poco presenti, come  la fico d’ndia, e la frutta secca, noci, mandorle  e pistacchio. Lo sviluppo non deve essere limitato alla semplice produzione  ma  andrà sostenuta con utilizzazione del prodotto per uso industriale. FARE LE STRUTTURE all’ interno del nostro territorio, realizzare l’intera filiera di mercato nel nostro interland per poi esportare i prodotti derivati in un mercato ancora più ampio. Tra il dire ed il fare, c’è ne vuole,  occorre anche tempo, ma  i fondi ci sono, serve progettualità, mano d’opera  e voglia  di lanciarci in un progetto vero. Cosa fare?  STIMOLARE LA GIOVENTU’, inculacare loro una passione per le  tradizioni agricole e derivati, METTERE A DISPOSIZIONE LORO LE RISORSE TERRITORIALI,  anche in questa direzione il comune può fare molto, mettendo a disposizione i suoi terreni, molto dei quali abbandonati e idonei alle colture in discussione. Bisognerebbe  lavorarci sopra con convegni, confronti, portare nel paese specialisti del settore che possano parlare di cosa si deve fare, come ottenere i finanziamenti, come creare un marketing   di commercio dei nostri prodotti.  Soffermarci su quanti prodotti possono ottenersi dalle   colture  oggetto del nostro rilancio, non è il caso, ma sicuramente c’è molto da fare, molto lavoro e molte potenzialità economiche sia nel campo agricolo che in quello agro-alimentare.

Io sono a disposizione per qualunque forma di impegno, per la realizzazione  di CONVEGNI, CORSI DI STUDIO E DI SPECIALIZZAZIONE, manca solo la  convinzione  dei giovani a tuffarsi in un sogno  che diventi realtà ,le loro possibilità per trovare una occupazione, dipende anche dalla loro volontà, una  sistemazione  significa  un futuro senza dubbio migliore di quello che li attende se stanno a guardare.

Chi è interessato può aprire un dibattito anche su questo  sito.

Potrebbero interessarti anche...