IL TFA? Una straordinaria macchina per far soldi ai danni dei precari

I TFA, Tirocini Formativi Attivi, sono quei corsi organizzati a caro prezzo dalle università che hanno lo scopo di abilitare i laureati il cui titolo di studio è valido per l’accesso alle classi di concorso utili per l’insegnamento. I costi sono alti, i sacrifici immani, il tutto per avere l’illusione di una suppllenza. Peccato però che nel frattempo i governi abbiano tagliato gli organici e con loro le speranze dei candidati. “Una truffa legalizzata” li ha definiti l’on. Silvia Chimienti del M5S.

Secondo il deputato del Movimento di Grillo, tali corsi (ricordiamo che sostituiscono le vecchie Siss, scuola di specializzazione all’insegnamento secondario) in realtà, servono solo a creare insegnanti, che poi non riusciranno a lavorare.

Nell’intervento in Parlamento non ha risparmiato attacchi e critiche al sistema, utile solo a creare “sogni” e a sfornare insegnanti che non potranno mai insegnare. Di seguito pubblichiamo il video che riprende l’intervento della giovane deputato del M5S.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Rosa Delfino ha detto:

    Purtroppo è la pura verità ! sempre e solo soldi vogliono dai precari ! senza più DIRITTI !