NOIPA: cedolino ottobre 2018 e arretrati

La cosa sconvolgente è che ancora non è chiaro  se NoiPa pagherà con il cedolino di ottobre 2018 gli stipendi arretrati dei precari e dei docenti neo immessi in ruolo. Senza peraltro dimenticare il personale ATA che come i docenti attendono le mensilità pregresse.

Nonostante le migliorie apportate al sistema evidentemente ci sono ancora degli intoppi da sistemare, altrimenti non si spiega il ritardo. Qualcuno addirittura scrive nei vari gruppi su Facebook che attende le mensilità di maggi e giugno, se la cosa è vera  – a mio avviso – occorre fare un’interrogazione parlamentare per capire i motivi di tali ritardi.

Gli arretrati arriveranno con il cedolino di ottobre 2018?

Mi piacerebbe rispondere con un secco “SI”, invece non posso farlo proprio perchè di certo non vi è assolutamente nulla. Come scrivono i siti di informazione scolastica, nell’area self-service già nei primi giorni del mese di ottobre è possibile visualizzare l’importo dello stipendio del mese che NoiPa poi erogherà, più che il sito del MEF sarà la banca d’Italia a versare sui conti correnti dei dipendenti statali l’importo dello stipendio.

Come è noto le operazioni e quindi l’esigibilità degli stipendi del personale della scuola avviene ogni 23 del mese, salvo quando la giornata cade di sabato o di domenica, in questi casi, come è avvenuto con la rata di settembre 2018, l’accredito avviene il venerdì prima che cadeva il 21.

Se NOIPA non pubblica il cedolino cosa occorre fare?

Se NOIPA non pubblica il cedolino di ottobre 2018 ai precari e ai neo immessi in ruolo, l’unica cosa che si può fare è sollecitare gli uffici territoriali del MEF e verificare che le segreterie scolastiche abbiano provveduto a caricare i profili sul sistema informativo SIDI. Per esperienza credo che con il cedolino di ottobre 2018 oppure con un emissione speciale sempre entro il mese i neo immessi in ruolo avranno gli stipendi e la loro situazione entrerà a regime, ho qualche dubbio invece per i precari, probabilmente dovranno attendere il cedolino di novembre 2018. 

Potrebbero interessarti anche...