La Juve stende la Roma e Totti salta il terzo tempo, complimenti

Il sabato stellare si conclude con il big match tra la seconda e la terza in classifica, ovvero tra Juventus e Roma. Partita spettacolare giocata a viso aperto da entrambe le squadre, Ranieri si conferma un ottimo tecnico e a sorpresa schiera le tre punte, Del Piero, Iaquinta e Trezeguet. I padroni di casa entrano in campo con il piglio della grande, facendo pressing sul portatore di palla a tutto campo. La Roma è brava nelle ripartenze, ma è stata più brava in settimana a fare polemiche inutili che ad impensierire Buffon, continua ad avere ragione Oriali. Al 44’ del primo tempo viene atterrato al limite dell’area giallorossa Nedved, l’arbitro concede una punizione, batte Del Piero ed è goal. Uno a zero per i padroni di casa, palla al centro e si riparte, la Roma si rende subito pericolosa: Legrottaglie anticipa Totti, ma in ripiegamento colpisce il proprio palo. Roma subito vicina al pari. L’unica azione degna di nota del capitano romanista che è stato sempre lontano dalle azioni di gioco e si è addirittura fatto annullare da Legrottaglie, che non è certamente un fuoriclasse. Il secondo tempo vede subito l’uscita di Camoranesi per un risentimento muscolare, al suo posto subentra Nocerino. La Roma appare più tonica, ma non riesce mai ad impensierire seriamente i padroni di casa. La gara finisce 1 – 0 con un Totti che si è distinto per aver disertato il terzo tempo. Complimenti per la sportività, un vero campione deve anche saper perdere e non solo parlare a vanvera. La Roma scivola a meno undici e l’Inter ringrazia la Juve per il gradito regalo.

Potrebbero interessarti anche...