Calciomercato: la Juventus ci prova tra mille difficoltà

La Juventus dopo un anno giocato in serie B, tra mille difficoltà e spaccature interne, sta preparando la squadra per affrontare al meglio il campionato di A. Il primo nodo da sciogliere riguarda l’allenatore: non si sa se Deschamp rimarrà anche per la prossima stagione o sarà sostituito, probabilmente Alessio Secco non ha ancora ricevuto la telefonata che gli suggerisce come comportarsi. Mentre per il mercato calciatori i nomi che si fanno come possibili rinforzi sono: Iaquinta dell’Udinese, Huntelaar dell’Ajax e Gabriel Milito, fratello dell’ex centravanti del Genoa, difensore del Saragozza. Per il giocatore campione del mondo Pozzo ha chiesto in cambio Marchisio, ritenuto incedibile dalla Juve, probabilmente però alla fine le due società si accorderanno con la cessione di due giovani della primavera più soldi. Per il giocatore dell’Ajax si dovrebbe chiudere con 18 milioni di euro mentre per Milito dovrebbe andare in cambio Marcelo Zalayeta. La squadra bianconera potrebbe però potrebbe avere altro denaro fresco dalla, sempre più probabile, cessione di Buffon. Quest’ultimo a quanto pare, dopo un anno giocato in B e lontano dai palcoscenici che contano, non sopporterebbe un’altra stagione a guardare giocare la Champions in televisione. Ma a parte il mercato in entrata e in uscita i veri problemi per la vecchia signora sono altri, come riporta La Stampa, arrivano dalla Procura di Torino, la quale dopo le dichiarazioni dell’ex dirigente Capobianco aprirà un nuovo fascicolo per l’ipotesi di frode fiscale.  Un’altra gatta da pelare per la nuova dirigenza juventina e per i tifosi costretti ancora una volta a sopportare altri sfottò dalle tifoserie avversarie. Mentre le incaute dichiarazioni di Alessio Secco, hanno rievocato fantasmi del passato, al punto che lo stesso Coboldi Gilli ha dovuto prenderne le distanze.

Potrebbero interessarti anche...