Con lui sarebbe stato diverso.

Se invece di Toni, che non è mica uno qualsiasi, avessimo Ibrahimovic probabilmente oggi non staremmo qui a piangere sulla sonora batosta rimediata contro l’Olanda. Lo svedese ieri ha tolto le castagne dal fuoco alla sua nazionale. Fino a quel bellissimo goal realizzato su azione si era visto ben poco. Poi la vittoria è stata facile.

Potrebbero interessarti anche...

7 Risposte

  1. AndreJuve ha detto:

    Lo avresti detto anche 3 anni fa, con Ibra alla Juve?

  2. AndreJuve ha detto:

    P.S.: senza contare che non segnava in nazionale da 3 anni, ovvero da 13 partite…

  3. Liborio Butera ha detto:

    ma certamente, un fuoriclasse è fuoriclasse a prescindere dal nome dei dirigenti, sbaglio?

  4. Del Piero ha detto:

    esatto, un campione resta un campione. Ibra è magico palla al piede, non si discute, speriamo che Del Piero ne faccia altrettanto venerdi, perchè se dovessimo rivedere la stessa formazione di lunedi, possiamo già fare le valigie e tornare a casa. forza ragazzi….

  5. Spider3088 ha detto:

    Che cretinata…alla fine Zlatan è un fuoriclasse, ma giocatori come Toni non hanno nulla da invidiare..anzi…i gol che ha fatto Toni in 3 anni Ibra non li sfiora neanche con i gol che ha fatto in 4 anni italiani. Sarebbe stato più sensato di parlare di Villa che ha fatto 3 gol e ha giocato una partita perfetta e non di uno che non si vede per il 90% della partita poi fa gol e diventa un dio!!! Inoltre è anche un mercenario…parlo da napoletano…ma di certo non è stata una cosa bella lasciare la Juventus appena sono arrivate le difficoltà, si trovava bene fin quando vinceva gli scudetti…poi quando scopre gli scandali fa finta che il fatto non gli riguarda…sugli allori invece Del Piero, Trezeguet e sopratutto Buffon che con miegliaglia di offerte ha preferito scendere in serie B…grandi giocatori…spero che prima o poi il Napoli possa vantare di giocatori così e non come Zlatan

  6. juve1967 ha detto:

    A parte il fatto che l’Italia ha giocatori in grado di trovare soluzioni come quella di Ibra ieri sera (Pirlo, Del Piero, Cassano, anche Quagliarella…), non è questa la soluzione. Mi spiego: non sto dicendo che tutti i giocatori italiani che ho citato valgono Ibrahimovic come fuoriclasse, ma solo che la grande giocata del fuoriclasse può risolverti “la” partita, non ti porta a vincere una competizione. Ci vuole una squadra composta di grandi giocatori con un assetto razionale in campo e con grinta da vendere. Donadoni ha scelto un gruppetto di milanisti passati, presenti e futuri di cui si poteva benissimo fare a meno tranne che per Pirlo, ha schierato un centrocampo di statuine e non è in grado di spronare la squadra perchè non è un leader come Lippi. In questa situazione Zlatan con l’Italia sarebbe un altro campione che affonda nel marasma, così come lui da solo non farà vincere l’Europeo alla Svezia. In Germania abbiamo giocato in diverse situazioni con Toni, Totti, Del Piero e Iaquinta tutti insieme ma non ci siamo mai sbilanciati perchè c’era logica nello schieramento e volontà da parte di tutti. Con Donadoni non c’è niente!

  7. ahahha ha detto:

    che fesseria, anche loro se ne volevano andare, camoranesi compreso, solo che tra i contratti poco fruttosi che li si offriva e il fatto che se fossero stati alla juve l’anno prossimo probabilmente sarebbero riandati in A hanno deciso di restare.
    Poi che offerte pensi li abbiano fatto quando volevano Trezeguet lo richiedevano squadre che gia avevano un attacco ben formato e lui nn è che volesse rischiare panchina, del piero invece lo volevano il queen’s park rangers e una squadra Giapponese, secondo te gli conveniva?
    cmq… Zlatan che è molto più giovane dei sopracitati ha bisogno di giocare.. non è che poteva stare alla juve in B quando doveva migliorarsi e giocare con continuità in una grande squadra, altrimenti sarebbe migliorato?
    Non ne sono molto sicuro, pensi che abbiano avuto più offerte Ibra che aveva 25-26 anni e se lo contendevano le 2 milanesi o Del Piero tra il QPR e il Giappone…
    Non fraintendere sono entrambi fortissimi ma l’età è quella che è ed è ovvio che una squadra preferisca un campione più giovane