Ecco Google Buzz, sempre meno privacy per gli utenti

Ecco un’altra diavoleria partorita da Google, si tratta di Buzz, un’applicazione per la diffusissima e famosissima Gmail. Buzz di fatto trasforma la posta elettronica in un social network e si propone di fare concorrenza a Twitter e Facebook.

Per chi ha un account su Gmail nel momento dell’accesso alla propria casella mail gli verrà chiesto se desidera attivare o no la nuona “diavoleria”, noi lo abbiamo fatto, giusto per capire come funziona.

La prima cosa che ci è saltata all’occhio è che Google Buzz permette, un po’ come accade gia in facebook, le conversazioni di altri utenti, aggiungere i feed dei vari siti, pubblicare foto, video eccetera eccetera, nulla di nuovo dunque…


Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Walter B. ha detto:

    Esatto!! Non c’è più privacy, si viene a sapere con chi ci si scambia mail, con tanto di foto di un sacco di gente, come Facebook e compagnia bella.  Almeno quando è stato attivato così mi è  capitato. Io l’ho tolto di mezzo, quindi non so più se la situazione sia la stessa. E’ un sacco antipatico !! I fatti degli altri non mi interessano, grazie.
    Poi dipende sempre dall’uso che se ne fa di uno strumento.  Il social network è utile ma certe volte assai scontato.