TFA, blocco delle graduatorie ad esaurimento e inserimento a pettine, le riflessioni

Pubblichiamo qui su ARL una riflessione scritta da un docente precario appartenente ad uno dei moltissimi coordinamenti sorti in tutto il Paese. I toni sono duri, ma – a nostro giudizio – giusti. Il tentativo da parte del governo di frammentare ancor di più il fronte è palese, dunque non caschiamoci, non cascateci.

Nei coordinamenti precari di tutta Italia l’argomento di discussione all’ordine del giorno è l’apertura o il paventato blocco per un anno delle graduatorie ad esaurimento.
il 26 gennaio è previsto il pronunciamento della corte costituzionale sulle code.
Se le code verrano dichiarate legittime si provvederà al blocco annuale delle graduatorie, se invece verranno dichiarate illegittime le graduatorie verranno sbloccate per il rinnovo dando la possibilità di trasferirsi a pettine.
PRIMA DI DIVIDERCI SU UNA BATTAGLIA CHE VEDE DUE POSIZIONI, una PRO e UNA CONTRO APERTURA, CHE HANNO LO STESSO SPESSORE MORALE (perchè i fautori di entrambe le proposte vogliono veder riconosciuto un diritto a discapito di altri precari che hanno lo stesso diritto) teniamo conto che ancora ci sono tre questioni aperte:

1)riforma formazione professionale
2)federalismo scolastico
3) nuovo reclutamento

Con la riforma della formazione professionale cosa ne sarà delle scuole professionali di stato? Non lo sappiamo!
Che succederà ai docenti iscritti alle graduatorie ad esaurimento quando l’organizzazione scolastica verrà devoluta alle regioni? Non lo sappiamo!
Come sarà il nuovo sistema di reclutamento per il sostegno (che conta il 50% di TUTTI I precari) ? Non lo sappiamo!

VI ESORTO QUINDI A NON PRENDERE POSIZIONI CON TONI DA APOCALISSE SULLA QUESTIONE APERTURA/ BLOCCO GRADUATORIE (che riguarda un anno soltanto) perchè non otterremo che fare giganteggiare come ALTAMENTE MORALE la posizione dei tanti docenti IGNAVI che in questi due anni si sono fatti gli affari propri.

CHI VUOLE IL BLOCCO NON è UN LEGHISTA BASTARDO O UN TERRONE RINNEGATO.
CHI VUOLE L’APERTURA NON è UN PERFIDO TERRONE CHE BARA SUI PUNTEGGI E APPROFITTA DELLE SVISTE DEL MINISTRO PER FARE RICORSO.

Con l’apertura delle graduatorie al Nord ci saranno migliaia di precari che perderanno il posto sostituiti dai nuovi iscritti nelle graduatorie.
Con la chiusura delle graduatorie ci saranno migliaia di docenti che al Sud rimarranno senza supplenza anche per il 2011/2012.

I PRECARI APPARTENENTI A ENTRAMBE LE TIPOLOGIE MERITANO RISPETTO.

BUON NATALE A TUTTI!


Potrebbero interessarti anche...