Difendiamo il cioccolato italiano!

Il cioccolato italiano di qualità non molla, nonostante le direttive europee. Questo il pensiero di Mario Piccialuti, presidente dell’Aidepi che su Il Sole 24 Ore di domenica ha spiegato come l’export sia cresciuto del 10% in 8 mesi, nonostante la Ue abbia imposto di eliminare la dicitura “cioccolato puro” dalle etichette, uniformando il nostro cioccolato con i prodotti a base di grassi vegetali come quelli del Nord Europa. Industria e artigianato italiani, uniti in questa battaglia, continuano infatti a utilizzare esclusivamente burro di cacao evitando i mix di grassi vegetali. A dar fastidio, però, è l’atteggiamento passivo della politica come sottolinea un editoriale del Sole 24 Ore, riprendendo le dichiarazioni di Guido Gobino apparse sullo stesso quotidiano.

via Club di Papillon

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Emanuela ha detto:

    I Maestri Cioccolatieri italiani continueranno a fare cioccolato utilizzando burro di cacao. L’UE non vuole che si chiami “puro?”, va bene. Resta comunque un cioccolato di qualità superiore e i consumatori, sia italiani che stranieri, se ne rendono conto. Il cioccolato italiano è esportato in tutto il mondo e il più amato in Cina. Ci sarà un motivo…