Crisi ed etilometro – I ristoranti ricorrono al classico “vino al bicchiere”

La crisi e la paura dell’etilometro colpiscono i consumi di vino. E i ristoranti rispondono con il vino al bicchiere. Un’indagine del Vinitaly su un campione di 300 operatori della ristorazione, ripreso su La Stampa, ha rilevato come il 60% dei clienti chiede vino in bottiglia, il 26% ordina al bicchiere e solo il 4% ordina la mezza bottiglia, mentre sale al 6% la percentuale di chi sceglie il doggy bag e si porta il vino avanzato a casa. La tendenza generale di ristoranti e osterie è ridurre i magazzini e il numero di etichette in carta, come spiegano anche Davide Palluda e Piero Bertinotti. “Se la crisi ha portato qualcosa di buono – commenta lo chef del Pinocchio – è il fatto che i clienti hanno imparato a bere”.

via Club di Papillon

Potrebbero interessarti anche...