Decreto semplificazioni e Scuola – Approvato al Senato, si attende l’ultimo passaggio alla Camera


Non sono stati accolti gli emendamenti che chiedevano la cancellazione del comma 81, dunque resta scritto nel decreto. Questo certamente aprirà la via ad un ricorso collettivo contro uno dei provvedimenti più insensati partoriti dalla politica.

Cambia anche la determinazione degli organici , da adesso si farà “sulla base della previsione dell’andamento demografico della popolazione in età scolare” ma “nei limiti dei risparmi di spesa accertati”.

I giocatori incalliti finanzieranno l’Istruzione, ma solo se ci saranno maggiori introiti, dunque se questi non comprano più gratta e vinci niente soldi all’Istruzione e di conseguenza sparisce pure l’autonomia scolastica.

Twitter: @liboriobutera

Potrebbero interessarti anche...