Eataly apre a Roma, vi riproponiamo una vecchia intervista a Oscar Farinetti

Alla vigilia dell’apertura del nuovo Eataly a Roma, Oscar Farinetti si racconta in una lunga intervista realizzata su La Stampa di oggi (da cui è tratta la foto) da Massimo Gramellini. “Io sono contro il chilometro zero, contro il federalismo e contro la meritocrazia” provoca Farinetti. E ancora: “Gli stranieri ci disistimano come senso civico ma adorano la nostra qualità della vita. Quindi bisogna esportare bellezza: agroalimentare, moda e design, industria, manifattura di precisione” e per far questo… “dobbiamo ritrovare la semplicità, invece abbiamo creato i marchi Dop, Igp, Igt, Doc, Docg. Ma un giapponese cosa ne capisce?”. E sul suo futuro rivela: “Ogni dieci anni mi invento un lavoro nuovo”, così per il 2014 “Una catena di negozi che vendono domande. Li chiamerei: Perché? L’idea mi è venuta da una canzone di Gino Paoli”. Intanto Farinetti si gode la sua nuova creatura, pronta per l’inaugurazione giovedi 21 giugno, ambientata nel vecchio Air Terminal di Roma: 20 luoghi di ristoro, 40 aree didattiche, 14mila prodotti in vendita, 8 luoghi di produzione a vista, sale riunioni, centro congressi e spazio expo in un’area di 17mila metri quadrati disposti su quattro piani.

Anni fa proprio Oscar Farinetti scelse A Ruota Libera per la sua prima intervista ad un blogger, qui il video.

Potrebbero interessarti anche...