E’ mancato prematuramente il Preside Prof. Bruno Brunello, il fondatore della Rete degli Alberghieri del Veneto

Castelfranco V.to, lì 28/02/2013
C.A. Assemblea dei Soci e Presidi del Consorzio degli Alberghieri del Veneto
C.A. Assemblea dei Presidi ReNaIA

OGGETTO: Commemorazione Preside Prof. Bruno Brunello

Nel primo pomeriggio del giorno 26 febbraio è venuto a mancare il Prof. Bruno Brunello.
Siamo tutti addolorati per il vuoto che lascia la sua scomparsa, visto l’importante ruolo che per tutta la vita ha svolto il Preside Brunello, sempre impegnato in prima persona per il mondo della scuola, attento alle sue veloci trasformazioni e pronto, con la sua sensibilità, la sua vivace intelligenza e il suo carisma, ad anticipare le riforme.
La natura stessa dello stesso Consorzio e della Rete Nazionale si deve al suo rigoroso impegno e alla feconda collaborazione con alcuni dei suoi più stretti collaboratori, amici e colleghi che con lui hanno condiviso e creduto ad un preciso progetto di valorizzazione e affermazione dell’Istruzione Professionale nel territorio e in tutta la nazione.
Un progetto che, come possiamo tutti constatare si è radicato, sviluppato e continua ad arricchirsi, in nome di una scuola d’eccellenza che pone al centro lo studente.
Il suo impegno è sempre stato rivolto costantemente alla crescita umana, culturale e professionale degli studenti, come era avvenuto ormai alcuni decenni or sono con gli allievi delle Scuole- Famiglia che partecipavano ai corsi di economia domestica, dei percorsi di formazioneistruzione, che sono stati i precursori degli attuali Istituti Alberghieri, forme embrionali di un progetto e di una lungimiranza scolastica di altri tempi. Nel corso della sua lunga e feconda attività di Preside ha
fondato, inoltre, le sedi di Castelfranco, Possagno, Vittorio Veneto e Treviso. Queste ultime due, per lunghi anni sedi coordinate, una volta raggiunta la maggiore età, dopo essere cresciute su solide basi, hanno preso la via dell’autonomia, senza però mai dimenticarne la loro paternità.
La famiglia Brunello, consapevole della fondamentale importanza che ha avuto la scuola nella vita di Bruno ringrazia sentitamente e di tutto cuore i colleghi e gli amici che a vario titolo lo hanno aiutato, sostenuto e che hanno collaborato con lui in questi lunghissimi anni, nella speranza che da oggi in poi il suo esempio di preside lungimirante, possa essere uno sprone per promuovere iniziative che ricordino il prezioso contributo che ha dato al mondo dell’Istruzione e stimolino il rilancio
dell’Istruzione.

A nome della Famiglia Brunello
Ringraziamo di cuore
Prof. Paolo Cavasin

Chi era:

il Prof Bruno Brunello,

nato a Fonte (TV) il 04.03.1930

– Laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Padova.

Dal 1954 Docente di Cultura Generale ed Educazione Civica nei Corsi per Adulti del Consorzio Provinciale per l’Istruzione Tecnica e Professionale di Treviso e successivamente dell’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura di Castelfranco Veneto, nell’ambito del quale ha ricoperto l’incarico di Vice-Preside (1959-1966) e poi di Preside (1966-1976) dando vita ad una sperimentazione sempre più ampia del rapporto Scuola-Famiglia e Scuola-Azienda.

Preside dell’Istituto Alberghiero di Castelfranco Veneto dal 1979/80 al 1995/96, ha contribuito al suo sviluppo e al suo potenziamento creando le Scuole Coordinate di Possagno, Vìttorìo Veneto e Treviso (queste ultime staccatesi da Castelfranco Veneto con l’autonomia di Vittorio Veneto e successivamente di Treviso) e qualificando la sua attività formativa con progetti di sperimentazione sia didattica che strutturale (biennio orientativo comune poi divenuto Prog.92 e Prog.2002., biennio integrato di post-qualifica e rapporto Scuola – Mondo del Lavoro). Ha partecipato attivamente alla costituzione e all’attività dell’A.N.P.I.A.S ( Associazione Nazionale Presidi Istituti Alberghieri Statali) della quale ha assunto la presidenza a partire dall’anno 1998.

– In pensione dal 1 Settembre 1996 ha continuato e continua a svolgere attività dì consulenza e di collaborazione con l’ IPSSAR di Castelfranco Veneto e con gli IPSSAR della Regione Veneto, per i quali ha promosso e costituito nel 2000 il Consorzio per lo Sviluppo e la Formazione delle Nuove Professioni, del quale è tuttora Presidente, e con gli IPSSAR di altre Regioni Italiane (su progetti della Direzione Generale Istruzione Professionale e della Direzione Generale Scambi Culturali del Ministero della P.I.). A partire dall’anno 2000 ha proposto, assieme agli altri Colleghi, responsabili dell’ANPIAS, di passare alla creazione di una Associazione non più di Presidi ma di Istituzioni Scolastiche, arrivando nell’anno 2001 alla creazione di una Rete Nazionale degli IPSSAR, denominata Re.Na.I.A. alla quale sta dando un suo diretto contributo essendo stato chiamato a far parte del Comitato di Coordinamento.

Nel corso della sua giovinezza ha lavorato nei movimenti giovanili ed in particolare nelle prime esperienze di Educazione degli Adulti e di Educazione Popolare che sono sorte nel Veneto, a partire dall’area Castellana ( Castelfranco Veneto), concretizzatisi in esperienze di cooperative agricole, in associazioni familiari che partecipavano alla gestione e all’attività formativa, attraverso l’alternanza, nell’ambito dell’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura di Castelfranco Veneto, organizzato in Scuole-Famiglia e Scuole Azienda, nonché in Scuole di Economia Domestica e in Scuole per l’inserimento dei portatori di handicap, per la formazione degli Addetti ai Servizi di Cucina e Sala-Bar ( trasformate poi nell’Istituto Professionale Alberghiero di Stato) e per i Servizi di Assistenza Domiciliare e Sociale ( trasformatesi poi in Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali): in tale periodo, oltre ad organizzare e a partecipare a viaggi di studio di giovani e adulti, di operatori sociali e di docenti nei vari Paesi Europei, ha avuto intensi rapporti con l’Union Nationale des Maisons Familiales Rurales francese, con l’Union Nationale des Associations Familles Rurales francese , con la Federation Europeen des Ecoles Superieurs Populaires con sede a Bergen (Olanda) e l’Institut National d’Education Populaire con sede a Marly-le-Roy ( Francia).

– Consigliere Provinciale della Provincia di Treviso, e per il Collegio di Asolo, dal 1955 al 1970 e Consigliere del Comune di Fonte per il periodo 1955/1960 e per 5 anni membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Ente Provinciale per il Turismo di Treviso.

– Sindaco del Comune di Castelfranco Veneto nel periodo 1970-1977 e Consigliere dello stesso Comune dal 1970 al 1984 e dal 1990 al 1993.

– In detto periodo ha promosso e dato vita al Consorzio Trasporti Muson, al Consorzio di Finanziamento per il Centro di Riabilitazìone Cerebrolesi AIAS, alla Cooperativa Vita e Lavoro per l’inserimento dei giovani portatori di handicap, al Consorzio di Medicina Preventiva della Castellana divenuto poi Consorzio Socio-Sanitario del Comprensorio, alla Celbiv e al Consorzio Sistema Bibliotecario di Castelfranco Veneto, alla Associazione Orchestra del Teatro Accademico di Castelfranco Veneto.

Ha curato la redazione della Rivista “La Provincia di Treviso” e la direzione delle pubblicazioni “Comunità Nuova” (Cecat e Istituto Agrario) e “Notiziario del Comune di Castelfranco Veneto” ; ha diretto lo studio per il Piano Agrituristico della Comunità Montana del Grappa. nonchè il progetto edìtoriale e la redazione della Guida dell’APT di Asolo – Montebelluna – Castelfranco Veneto “’Viaggio nelle Terre della Serenissima” e delle pubblicazioni degli Istituti Alberghieri del Veneto “Cucina e Tradizione nel Veneto”, ” Catering/Banqueting”, “Libretto Formativo Personale dell’Allievo”.

Con Decreto del Presidente della Repubblica 6 Marzo 1998 gli è stato conferito il diploma di benemerenza di 1a classe ( medaglia d’oro), quale benemerito della scuola, della cultura e dell’arte.

Potrebbero interessarti anche...