Ufficio tecnico – L’interrogazione dell’On. Carrocci (PD)

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/00960
Dati di presentazione dell’atto
Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 37 del 20/06/2013

Firmatari
Primo firmatario: CAROCCI MARA
Gruppo: PARTITO DEMOCRATICO
Data firma: 20/06/2013

Destinatari
Ministero destinatario:

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA
Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA delegato in data 20/06/2013
Stato iter: IN CORSO
Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-00960
presentato da
CAROCCI Mara
testo di
Giovedì 20 giugno 2013, seduta n. 37
CAROCCI. — Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. — Per sapere – premesso che:
l’articolo 4 comma 3 del decreto del Presidente della Repubblica n. 88 del 2010 – Regolamento recante norme concernenti il riordino degli istituti tecnici, ai sensi dell’articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, ha previsto che gli istituti tecnici per il settore tecnologico siano dotati di un ufficio tecnico con il compito di sostenere la migliore organizzazione e funzionalità dei laboratori a fini didattici e il loro adeguamento in relazione alle esigenze poste dall’innovazione tecnologica, nonché per la sicurezza delle persone e dell’ambiente;
a tre anni dall’entrata in vigore del decreto del Presidente della Repubblica di cui sopra, la norma pare non essere mai stata applicata, se non in sporadici casi e sempre in fase di contratto collettivo nazionale integrativo concernenti utilizzazioni e assegnazioni provvisorie;
la circolare ministeriale n. 10 del 21 marzo 2013, che ha attribuito, per l’anno scolastico 2013-2014, la dotazione complessiva dell’organico di diritto, prevede che «qualora le risorse di organico assegnate per l’anno scolastico lo consentano, è possibile istituire l’ufficio tecnico già in organico di diritto», precisando che può essere attivato un solo ufficio tecnico per ogni istituzione scolastica, compresi gli istituti superiori costituiti da istituti di ordine diverso, e che la scelta della classe di concorso cui assegnare l’ufficio tecnico deve essere prioritariamente finalizzata alla riduzione dell’esubero nella scuola ed in subordine nella provincia;
da segnalazioni pervenute risulta che gli uffici scolastici territoriali non abbiano ricevuto disposizioni circa l’istituzione degli uffici tecnici nell’organico di diritto nelle scuole ove previsto –:
se il ministro interrogato intenda verificare la corretta applicazione delle disposizioni di cui al succitato regolamento e dare così attuazione all’applicazione della norma in tempi utili per l’avvio del prossimo anno scolastico, nonché dotare le scuole di una risorsa ormai indispensabile e sanare nel contempo le relative situazioni di esubero. (4-00960)

Potrebbero interessarti anche...