SI COMPONGONO I QUADRI DELL’U.E. MA RIMANE LA DEBOLEZZA POLITICA.

Finalmente si compongono i nuovi quadri dell’Unione Europea, sabato a Bruxelles hanno scelto il primo ministro polacco Donald Tusk per la carica di Presidente del Consiglio Europeo (succede a Hermann Van Rompuy) e l’attuale Ministro degli Esteri italiano Federica Mogherini per quella di Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli affari esteri, il cosiddetto “Ministro degli Esteri”  la nomina  del Commissario per gli Affari Economici, dovrebbe andare a  Pierre Moscovici, più volte ministro nei governi francesi, gradito alla solita Angela MERKEL anche se  sembra aperto ad ipotesi diverse dell’austerità. Intanto è ormai certa la telefonata  di  RICHIAMO della MERKEL a DRAGHI, i falchi tedeschi non vedono di buon occhio gli intendimenti di DRAGHI in merito al sostegno diversificato alle Banche Europee e le ipotesi di inversione di tendenza nella gestione del lavoro.                      Un augurio alla nostra MOGHERINI per il gravoso impegno ricevuto, speriamo che riporti i Marò al più presto in Italia, sopratutto ora di fronte alla notizia del malore che ha colto uno dei due,  (LATORRE)a cui auguriamo una pronta guarigione. Molto del futuro e della sicurezza del nostro paese ricadrà su di lei, dalla crisi mediterraneo,  sui profughi , alla questione  Ucraina-Russia,dal terrorismo.    al pericolo Africa.  La nota  dolente è sempre la  debolezza dell’Unione, non si riesce    ad affrontare le questioni  di crisi, in particolare dell’ucraina,lo scontro con PUTIN è troppo pesante per la leggera macchina dell’UNIONE EUROPEA. infatti RENZI  già frena e  sostiene una linea solo diplomatica per la soluzione alla crisi al massimo qualche sanzione. C’è paura  negli ambienti della politica e quando c’è paura non si diventa grandi.

Potrebbero interessarti anche...