Bossi e… le sue minchiate!

Il Senatur da tempo ci ha abituati ad esternazioni a dir poco ridicole, ma tutto sommato se fosse un cittadino qualunque potremmo anche riderci su. Peccato però si tratti di un ministro, un ministro della Repubblica italiana che dovrebbe rappresentare tutto il Paese. Le ultime sue esternazioni riguardano gli insegnanti, quelli del “Sud che rubano i posti a quelli del Nord. E secondo lui questi insegnanti dovrebbero insegnare nelle loro regioni di provenienza. MAGARIIII rispondono in coro tali insegnanti, magari. Perchè A Bossi qualcuno dovrebbe spiegare che proprio tali insegnanti hanno contribuito e contribuiscono ad istruire proprio il suo popolo, il popolo padano del Nord! Quando i padani alla scuola preferivano la fabbrica, le intelligenze del SUD hanno colmato tale vuoto. Ma lui è poco attento o… poco preparato, altrimenti non parlerebbe così!

Potrebbero interessarti anche...

7 Risposte

  1. Ezio ha detto:

    ma no butera che non è poco preparato, è tutta strategia elettorale, tutta propaganda.
    sulla pelle di chi lavora dovrebbe starci più riguardo.

  2. Luca Ripellino ha detto:

    Esatto! Per non parlare poi del dito medio alzato riguardo l’inno di Mameli… Chissà perchè non lo alza anche verso lo stipendio da Ministro che percepisce, naturalmente pagato dagli italiani TUTTI?!

  3. DEDE ha detto:

    SONO PIENAMENTE D’ACCORDO CON TE E SPERO CHE QUALCUNO AMMESSO CHE CI SIA GLI DICA QUANTI SIAMO I LAUREATI TERRONI E QUANTI SONO QUELLI PADANI COSì SI RENDERà CONTO CHE L’ITALIA INTELLETTUALE OLTRE CHE LAVORATRICE è DEL SUD BASTA VEDERE QUANTI PUGLIESI SONO ORMAI DA TRE GENERAZIONI A MILANO

  4. Liborio Butera ha detto:

    Esatto Ezio, più rispetto per chi lavora e soprattutto per chi arrivando dal sud fa il doppio dei sacrifici, ma Bossi non può arrivarci. E’ assolutamente vergognoso che l’Italia abbia un ministro come lui.

    Come dice Luca – e che condivido pienamente – il fenomeno con la camicia verde dovrebbe aver più rispetto per le persone che gli garantiscono una grossa fetta di contributi sia per il suo partito che per i suo lauto stipendio da ministro.

  5. Liborio Butera ha detto:

    Ciao Micaela, che bello rileggerti 🙂

    Hai ragione non bisogna generalizzare… Tua mamma è una persona splendida e tu sai benissimo quanto ci manca lavorare con lei.

    E’ vero la libertà di opinione significa anche sopportare le stronzate altrui, ma quando a spararle è un ministro della Repubblica, beh una risposta in qualche maniera va data.

    Buona estate 🙂

  6. Tommaso Farina ha detto:

    Sono più d’accordo sulla faccenda degli insegnanti che non su quella dell’Inno. Curioso che a sinistra se ne ricordino proprio adesso. Normalmente, contro l’Inno di Mameli da loro arriva una gragnuola di (giusto) biasimo.

  7. GIUSEPPE ha detto:

    Forse Bossi non ricorda che il nord si muove grazie anche e soprattutto a noi del sud ai nostri operai e insegnanti.
    La fiat regge sulle spalle dei calabresi, campani, lucani………..isole comprese!!!
    Non gli riesco neanche a trovare l’attenuante della sua malattia perchè queste minchiate le sparava anche prima!