Responsabilità. Il calzino non ha colpa!

A scacchi o a pois, rosso o nero, di lana o cotone. Il calzino si presenta nelle sue numerose varianti per coccolare i nostri piedi, esterrefatti davanti ad un paio di scarpe che potrebbero essere la loro prigione. Invece quest’accessorio, di cui oramai non possiamo fare a meno, viene proposto nelle più svariate tendenze modaiole. Soprattutto per invogliarci ad indossarlo, senza quell’idea che un modello troppo corto ammazzi la caviglia oppure che, troppo lungo, lasci quella fastidosa e tendenziosa linea di segatura. Ma, andiamo al dunque. La società avanguardista vuole farci credere che il calzino abbia una grave responsabilità. Cioè quella di annientare l’intimità col partner, se non addirittura distruggere un’aura sentimentale costruita con tanta fatica nel tempo. Perché, direte voi? La dura realtà della quotidianità e quindi, tra le altre cose, le ceste colme di calzettoni e biancheria da buttare in lavatrice, sarebbero anche causa di litigi e incomprensioni. L’innamorato non avrebbe quasi il diritto di essere “normale”, indossando quello che più gli piace. Non è possibile che il calzino venga oberato di una responsabilità tanto grande, cioè quella di essere la prova del nove in un rapporto!!!


Potrebbero interessarti anche...