I pesci d’acqua dolce rischiano l’estinzione

I pesci d’acqua dolce in Italia sono a rischio estinzione per circa l’85% delle specie. Questo il risultato sconfortante di un’indagine del WWF secondo cui inquinamento, prelievi di acqua, discariche e cementificazione hanno contribuito a peggiorare l’habitat; a tutto questo si è unito lo sconvolgimento creato dall’immissione di specie straniere come il vorace siluro del Danubio che può arrivare a pesare 300 chili. Oggi sono già considerati estinti storione comune e lampreda di fiume mentre si stanno avviando alla stessa sorte la trota marmorata, la lampreda padana, la trota macrostigma, il ghiozzo di ruscello, il carpione del Garda e quello del Fibreno. Non mancano comunque segnali positivi come la riforestazione del Po in provincia di Mantova o l’opera di conservazione della trota marmorata sull’Adda.

via Club di Papillon


Potrebbero interessarti anche...