ITP – Salta l’abrogazione del comma 81

Riceviamo la triste nota inviataci dall’AID di Paolo Grillo che denuncia come nell’assordante silenzio mediatico sia stato messo da parte l’approvazione dell’art. 50 bis che abrogava una serie di schifezze partorite dal precedente governo, ma che la nuova maggioranza ha mantenuto.

Qui il comunicato.

E INVECE, PURTROPPO, ANCHE STAVOLTA ALLA FINE CI HANNO SCARICATO !!!

E’ veramente deprimente dover dare la pesantissima notizia che l’abrogazione del famigerato comma 81, dopo essere stata quasi unanimemente approvata nella mattinata di martedì 6 marzo – come avevamo quella sera stessa annunciato – è inopinatamente saltata nelle frenetiche riunioni del giorno successivo!!! – come si evince dal resoconto, pubblicato stamani, delle sedute congiunte della I e X Commissione avvenute ieri.
Avete sentito in Tv e sui giornali che dopo l’approvazione dell’art.50 bis ( che – sostituendo il 50 precedente – inseriva, tra l’altro, la previsione dell’abrogazione del detto comma 81 che dispone l’utilizzo come assistenti tecnici degli insegnanti tecnico-pratici finiti in esubero) la copertura finanziaria del nuovo articolo è stata radicalmente messa in discussione.
Però la stampa (alla quale soltanto, in assenza di comunicati della Camera, potevamo riferirci) ha parlato SOLO della soppressione delle previste nuove assunzioni come “scotto” pagato alla ricerca della copertura – mentre invece le Commissioni hanno tagliato ANCHE IL NOSTRO COMMA.

Questo comportamento è quanto meno superficiale e comunque intollerabile – anche proceduralmente, visto che l’emendamento 62.7 (che pure prevedeva la medesima abrogazione, ma era inappuntabile sul fronte della copertura essendo integrato da previsioni articolate sotto tale profilo) pare non essere stato votato proprio perché era già stato approvata la stessa abrogazione al precedente art.50: allora logica avrebbe voluto che nel momento in cui si rimaneggia l’ art.50 sopprimendo il comma 5 su di noi, si lasci votare direttamente l’emendamento 62.7 prima motivatamente interdetto.
Invece questo non è avvenuto affatto!!
Ed ora far rientrare l’abrogazione (o meglio l’articolo sostitutivo – che abbiamo ripetuto fino allo sfinimento, inascoltati, che era INTRINSECAMENTE COPERTO, e quindi esente dai rilievi!!! ) sarà in questa legge DAVVERO MOLTO DIFFICILE E PESANTE .

Giocheremo comunque tutte le carte possibili.E nei prossimi giorni vedremo chi ci sostiene.Non abbiamo altra scelta che INSISTERE CON OGNI FORZA!!
Allego :
1) Sintesi delle sedute del 6 marzo (approvazione emendamento su co 81);

2)Sedute del 7 marzo (eliminazione dell’emendamento soppressivo introdotto).

( Nota iniziata alle 18 dell’8 marzo 2012 ) Paolo Grillo

Potrebbero interessarti anche...