Biella – L’intervista a Franco La Torre presidente di FLARE

L’associazione Libera di Biella ha organizzato un incontro per ricordare i 30 anni dal varo della legge n. 646 nota come legge Rognoni – La Torre che ha aperto alla confisca e al sequesto dei beni ai condannati per associazione a delinquere di stampo mafioso.

Ospite della serata, il figlio di Pio La Torre, Franco.
Pio La Torre venne assassinato dalla mafia alle 9:20 del 30 aprile 1982 mentre si recava presso la sede del suo partito. Il movente fu proprio la proposta di una legge che introduceva il reato di associazione mafiosa ed una norma che prevedeva la confisca dei beni ai mafiosi (scopo poi raggiunto dall’associazione Libera, che raccolse un milione di firme al fine di presentare una proposta di legge, che si concretizzò poi nella legge 109/96).
Ospite della serata doveva essere anche l’ex ministro degli interni Virginio Rognoni assente per un problema familiare.
Di seguito vi proponiamo l’intervista realizzata da Francesca Custureri, studentessa dell’IIS Vaglio R. a Franco La Torre.

Potrebbero interessarti anche...