La sigaretta elettronica è vietata ai minori

È per seguire un principio di precauzione e coerenza, che il ministro della Salute, Renato Balduzzi, ha deciso di vietare le sigarette elettroniche ai minori di 18 anni. Con un’ordinanza firmata ieri pomeriggio, il ministro ha alzato il divieto di vendita delle e-cig con ricariche a base di nicotina da 16 a 18 anni, modificando l’ordinanza dello scorso settembre. La nuova ordinanza è la logica conseguenza del Decreto Balduzzi che dal 1 gennaio 2013 aveva elevato a 18 anni il limite di età minimo per la vendita dei prodotti derivati dal tabacco. Lo scorso anno, il ministro aveva chiesto all’Istituto superiore di sanità una valutazione del rischio legato all’utilizzo delle sigarette elettroniche. Il risultato ha evidenziato come la dose quotidiana accettabile di nicotina, individuata dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare, venga superata già con un uso moderato delle sigarette elettroniche.
Ma nel caso degli adolescenti basta un utilizzo minimo per superare i parametri. Quindi non si possono escludere effetti dannosi per la salute. La decisione è stata presa anche in attesa di una chiara regolamentazione europea che non c’è e quindi “abbiamo per ora applicato il principio di precauzione”, ha detto Balduzzi. L’ordinanza potrà essere rivista in base al parere del Consiglio superiore di sanità, che dovrebbe arrivare a breve.

Il Fatto

Potrebbero interessarti anche...