È arrivato Caronte ma, per ora, è scongiurato il rischio di siccità. Coldiretti Vercelli Biella consiglia “più frutta e verdura” per contrastare il grande caldo

​​
VERCELLI/BIELLA, 25 luglio – L’arrivo di Caronte non provoca siccità nelle campagne di Biella e Vercelli: la neve accumulatasi in montagna ed una quantità d’acqua sufficiente alle irrigazioni nei campi consentono, per ora, di proseguire senza problemi le attività colturali.
E’ quanto afferma la Coldiretti interprovinciale in merito alla prevista impennata della colonnina di mercurio che porterà le temperatura oltre i 40 gradi.
“Va anche sottolineato che l’andamento anomalo della primavera e della prima parte dell’estate, caratterizzato da piogge prolungate, ha consentito di ricaricare le falde ed accumulare neve sulle montagne biellesi e valsesiane” sottolineano il presidente e il direttore della Coldiretti interprovinciale, Paolo Dellarole e Marco Chiesa.
Dovrebbe quindi essere per ora scongiurato il rischio della siccità estiva quando si concentra la domanda di acqua per la crescita delle colture. Ma è anche importante – sottolinea Coldiretti Vercelli-Biella – che le condizioni meteo possano finalmente stabilizzarsi, dopo che la prima parte dell’estate è stata caratterizzata dal maltempo, con vento, pioggia e grandine che hanno più volte minacciato le attività colturali.

Intanto, per aiutare l’organismo ad affrontare le alte temperature di questi giorni, Coldiretti Vercelli Biella consiglia di virare il timone alimentare su un maggior consumo di frutta e verdura. Alcuni prodotti, sono anche utili ad agevolare la tintarella naturale (dalle carote alle albicocche, dai meloni alle pesche fino ai cocomeri).

Anche chi è ancora costretto a rimanere in città infatti può difendersi dal caldo e prepararsi la tintarella estiva con una dieta adeguata che si fonda sul consumo di cibi ricchi in vitamina
A che favorisce la produzione nell’epidermide del pigmento melanina per donare il classico colore ambrato alla pelle.
Il primo posto è conquistato indiscutibilmente dalle carote che contengono ben 1200 microgrammi di vitamina A o quantità equivalenti di caroteni per 100 grammi di parte edibile. A seguire i radicchi che ne hanno circa la metà mentre al terzo si posizionano le albicocche seguite da cicoria, lattuga, melone giallo e sedano, peperoni, pomodori, pesche gialle, cocomeri e susine, anch’essi con contenuti elevati di vitamina A o caroteni.
Antiossidanti “naturali” sono infatti le vitamine A, C ed E che sono contenute in abbondanza in frutta e verdura fresca. Questi vegetali – continua la Coldiretti – sono dunque alimenti che soddisfano molteplici esigenze del corpo: nutrono, dissetano, reintegrano i sali minerali persi con il sudore, riforniscono di vitamine, mantengono in efficienza l’apparato intestinale con il loro apporto di fibre e si oppongono all’azione dei radicali liberi prodotti nell’organismo dall’esposizione al sole, nel modo più naturale ed appetitoso possibile.
Per consentire a tutti di poter acquistare frutta e verdura italiana al giusto prezzo, è attiva sul territorio interprovinciale una fitta rete di Mercati, Punti vendite e Botteghe di Campagna amica dove è possibile acquistare direttamente dagli agricoltori, frutta e verdura fresca e di grande qualità al giusto prezzo.

Potrebbero interessarti anche...