Giovinco, Abate e Montolivo sarebebro loro i metrosexual della Nazionale

Francamente non ce ne frega nulla, ci frega invece e ci dispiace che a fare questa insinuazione sia stato Cecchi Paone, noto giornalista che da tempo ha dichiarato la propria omosessualità e che ha  riportato alla ribalta delle cronache una questione ormai archiviata sia dall’opinione pubblica sia dalla stessa Nazionale. Peraltro i tre calciatori (Giovinco, Abate e Montolivo n.d.r) si distinguono per le loro gesta atletiche e non per la loro sessualità. Cassano, a quelle dichiarazioni, invece aveva così tuonato: “Gay in nazionale? Problemi loro. Ci sono froci in squadra? Metrosexual? Non rispondiamo, meglio che non dica cosa penso. Sono problemi loro, son froci, se la vedessero loro. Mi auguro, comunque, non ce ne siano”. Sarà per questo motivo che Prandelli non lo ha più convocato?

Sui tre “metrosexual” speriamo invece rispondano sul campo e contribuiscano alla vittoria del prossimo mondiale.

Questa invece l’audio dell’intervista realizzada da quei marpioni del La Zanzara di radio 24.

Potrebbero interessarti anche...