Il 10% degli italiani soffre la fame

povertà

Se da un lato si assiste allo spreco senza freni, dall’altro ci sono milioni di italiani (5,5 mln) che hanno bisogno di quel cibo sprecato per non soffrire la fame. La crisi che sta interessando l’Italia ha contribuito a far crescere il numero degli italiani indingenti, altro che jobs act d’Egitto, come direbbero i toscani!

A svelare il bluff è stata la ricerca condotta dalla Fondazione Banco Alimentare, insieme a Deutsche Bank e alla società di consulenza Pwc ed aveva come titolo “Food Poverty“. Lo studio ha svelato che ci sono 1.737 mila famiglie, un milione in più rispetto al 2007, che non sa cosa mangiare. La regione con la percentuale più alta è la Sicilia, ma anche il Nord non è messo bene. La ricca Lombardia, ad esempio, registra il 5% di poveri.

Questi dati smascherano tutte le fesserie raccontate dai politici e dai media. Queste percentuali evidenziano che la ripresa c’è solo per Renzi e per i suoi tirapiedi e non per il resto del Paese. Il nostro, prima dell’Euro, era uno dei Paesi più ricchi al mondo, sulla carta forse lo è ancora, a chiacchiere lo è ancor di più, ma i fatti, come abbiamo visto, sono altri e la Grecia rischia di non essere poi così lontana.