Fare disinformazione ad arte? Una vera schifezza!

Mi chiedo cosa possa spingere un’intera Redazione giornalistica a raccontare un’altra realtà pur di sminuire la notizia che 500 mila persone durante il giorno hanno manifestato democraticamente a Roma contro i corposi tagli all’istruzione pubblica? Lei direttore Mulè di Studio Aperto, potrebbe spiegarci perché lo ha permesso? Ma più che altro mi piacerebbe sapere come ci si sente quando un’altra trasmissione, prodotta anch’essa da Mediaset, come Striscia la Notizia, scopre la magagna è svela all’universo creato che quel servizio era taroccato? Quando qualche volta capita a me qui, su questo blog, di scrivere una castroneria o un’inesattezza (in buona fede, ci tengo a precisarlo) e qualcuno me lo fa notare, nel mio piccolo mi sento una merda, lei nel suo “grande” come si è sentito? E glielo chiedo, badi bene, non perché sono un bolscevico rivoluzionario, ma perché sono uno spettatore del suo TG, uno spettatore da oggi un po’ più deluso!

Potrebbero interessarti anche...