UE – I tagli alla PAC penalizzano i giovani agricoltori

C’è Davide, ingegnere-pastore che ha costruito una nuova stalla per il suo gregge; c’è Filippo, giardiniere subacqueo che cura le piante della laguna; c’è Marco che con la sorella Valentina ha recuperato antichi vigneti negli appezzamenti che erano del nonno. Questi sono i nuovi agricoltori veneti raccontati sulle pagine di Affari&Finanza: 1200 under 40 che stanno modernizzando un settore da 122mila imprese, puntando sulla specializzazione e la filiera corta. Alla base di questa rinascita un ambizioso programma di aiuto per i giovani all’interno del piano di sviluppo rurale della Regione 2007-2013: nel piatto 45 milioni per l’avvio di nuove attività e 90 milioni di finanziamenti per gli investimenti. Intanto, a livello Europeo la notizia (su Italia Oggi, da cui è tratto il titolo) che la nuova Pac 2014-2019 prevede un sostanzioso taglio dei finanziamenti ai danni dell’agricoltura italiana: tra -4,5 e -5%, diretta conseguenza del principio secondo cui con lo stesso fondo destinato inizialmente a 15 Paesi si dovranno finanziare tutti i 27 dell’Unione.

via Club di Papillon

Potrebbero interessarti anche...