Docenti in esubero – Le possibili soluzioni

Riportiamo il resoconto della Cisl – Scuola a seguito dell’incontro al MIUR che aveva come oggetto la riconversione del personale in esubero. Come sapete le ipotesi sono molteplici e di non facile realizzazione, una delle vie più percorribili resta il sostegno (a richiesta), ma non solo.

L’incontro che si è tenuto al MIUR nel pomeriggio di ieri, 26 gennaio, ha riguardato anche la situazione degli esuberi e le riconversioni.
In riferimento a questo punto all’odg, in via preliminare, l’Amministrazione ha consegnato alle OOSS tre tabulati relativi a scuola primaria, scuola secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado con i dati dei docenti in esubero in ogni provincia e con l’indicazione della classe di concorso.
Nella scuola primaria i docenti soprannumerari sono 1772 per la maggior parte concentrati nelle aree meridionali. Per questi non si prevede riconversione perché riassorbibili in pochi anni con il turnover .
Nella scuola secondaria di primo grado i docenti in esubero ammontano a 540 e riguardano in particolare le classi di concorso tradizionalmente in esubero. Anche per questi non si prevede riconversione.
Nella scuola secondaria di secondo grado è presente il numero più consistente di docenti in esubero (8.550); in particolare si tratta di docenti delle ex tabelle C e D.
L’ipotesi presentata dall’Amministrazione è di procedere alla riconversione e/o riqualificazione di detto personale con i seguenti criteri di priorità:
a) Docenti delle classi di concorso A075 e A076
b) Docenti della ex tabella D per i quali la riconversione è obbligatoria per legge
c) Formazione in lingua inglese dei docenti della scuola primaria
d) ITP
Per tutti sono previsti percorsi di riconversione su sostegno con adesione volontaria, con modalità formative ancora tutte da decidere.
Tipologia a) Per questi docenti sarà possibile anche la riqualificazione su Informatica di base
Tipologia b) Questa tipologia di intervento comprenderà i docenti in esubero e non, in quanto gli istituti di loro appartenenza (istituti d’arte) presto cesseranno di esistere.
Per i docenti forniti di laurea sarà facile prevedere percorsi di riconversione, mentre per quelli sprovvisti di titolo si pensa ad una riqualificazione professionale che dia loro conoscenze e competenze da titolari della disciplina di insegnamento.
Tipologia c) Continua il percorso di formazione in lingua inglese dei docenti di scuola primaria; il fabbisogno stimato è di 100.000 docenti a fronte di 25.000 forniti di titolo.
Tipologia d) Fermo restando che anche questo personale potrà essere riconvertito su sostegno, restano non pochi problemi per le classi di concorso (C 999 e C 555).
Per la realizzazione di tali percorsi di riconversione e/o riqualificazione l’Amministrazione intende utilizzare le risorse per la formazione del personale docente relative all’anno 2012 che ammontano a 6,7 milioni di euro.
Se dovessero residuare risorse si pensa di promuovere corsi di riqualificazione per quei docenti collocati nelle nuove classi di concorso atipiche.

Potrebbero interessarti anche...