FareAmbiente – No alle borse biodegradabili

Il movimento ecologista FareAmbiente ha lanciato la sua battaglia contro le borse di mais. Motivo del contendere è l’enorme quantitativo di cibo che andrebbe impiegato per produrre queste shopper obbligatorie dal gennaio scorso. Secondo i calcoli del movimento, per sopperire al fabbisogno dell’industria chimica, in Italia occorrerebbero 190mila tonnellate di mais all’anno; come se non bastasse non tutti sono in grado di riconvertire gli impianti e molte aziende dell’industria chimica rischierebbero di chiudere. La soluzione proposta è quella di ammettere l’uso di additivi che sostituiscano il mais e rendano comunque biodegradabili le borse.

via Club di Papillon

Potrebbero interessarti anche...