SanRemo 2012 – Non solo Celentano anche la Guardia di Finanza

Non c’è stata la valletta, ma sono arrivate le Fiamme gialle alle porte dell’Ariston. Ieri infatti gli uomini della Guardia di Finanza hanno compiuto l’ennesimo blitz anti evasione alla ricerca dei furbetti dello scontrino e, sopratutto, dei bagarini che cercano di piazzare biglietti a prezzi esorbitanti. Tuttavia, sarà che i commercianti sanremesi sono più rispettosi delle regole, sarà che se lo aspettavano un po’ tutti, ieri il bilancio è stato quanto mai scarso. Una interessante novità però c’è stata: il controllo dei Nas sulla qualità dei cibi serviti nei dintorni della kermesse. Forse per evitare altre sorprese indigeste, dopo la lunghissima, sconclusionata performance sul palco sanremese di Adriano Celentano, che oggi viene attaccato da ogni parte. E se Aldo Grasso è stato bollato da Celentano come “deficiente“, oggi i giornali ricordano Giorgio Bocca che definì il Molleggiato, “un cretino di talento” (Nella foto tratta dal Corriere della Sera il brindisi con un bicchier d’acqua. Certo che un paio di sue canzoni, ieri sera lo hanno rimesso al suo posto, ma la predica ha dato l’immagine di un’italietta che lascia fare, qualunque sia il contenuto e il ritmo di uno spettacolo. Ma cosa si sono alzati a fare gli ospiti dell’Ariston quando ha finito il suo tormentone? Perché nessuno di quei fantocci che hanno applaudito oggi prende le sue difese?)

via Club di Papillon

Potrebbero interessarti anche...