Scuole dimensionate – Ecco cosa accadrà alle attuali graduatorie di circolo e di istituto

Le graduatorie di circolo e di istituto delle scuole dimensionate verranno fuse in un’unica graduatoria, costituita dalla lista di istituto della scuola inglobante e da quelle delle scuole inglobate. Ciò potrà comportare anche un ampliamento del numero delle scuole dove gli aspiranti risulteranno inclusi.É questa una delle novità principali contenute nella circolare sulle supplenze di quest’anno. L’amministrazione ha spiegato che la fusione delle graduatorie avverrà quanto prima. Ma se non si farà
in tempo con l’inizio delle lezioni, i dirigenti potranno comunque assumere supplenti utilizzando solo la graduatoria della scuola inglobante. Il contratto, però, dovrà recare come termine «fino a nomina dell’avente titolo». Ecco qualche dettaglio in più. L’amministrazione ha fatto sapere che le graduatorie delle scuole dimensionate non decadranno, perché il termine triennale di vigenza delle stesse non è ancora decorso. E dunque, si pone il problema del contemperamento tra le varie posizioni giuridiche degli aspiranti inclusi nelle varie graduatorie delle scuole costituenti la nuova istituzione scolastica dimensionata.
Problema che è stato risolto dal ministero nel senso della fusione delle graduatorie. A questo proposito, il dicastero di viale Trastevere ha fatto sapere che è stata predisposta una procedura automatica di allineamento tra la precedente e la nuova anagrafe delle istituzioni scolastiche, per cui saranno successivamente diramate le relative istruzioni operative.
Con tale procedura, gli aspiranti, già inseriti nelle graduatorie degli istituti soppressi o riorganizzati, saranno trasposti in automatico nelle graduatorie delle nuove istituzioni, secondo la rispettiva fascia di appartenenza e secondo il relativo punteggio.
L’operazione potrà avvenire anche in deroga ai termini regolamentari circa il numero massimo di istituzioni richiedibili. Per quanto riguarda i neo-inclusi nella quarta fascia delle graduatorie a esaurimento, l’amministrazione ha spiegato che le posizioni saranno collocate automaticamente nel corrispondente scaglione aggiuntivo di prima fascia delle medesime graduatorie delle scuole, dove il personale stesso risultava incluso nell’anno scolastico 2011/12, ovvero nelle graduatorie risultanti dalla fusione. Il ministero ha spiegato, inoltre, che gli aspiranti docenti della quarta fascia, qualora non abbiano presentato a suo tempo domanda di inclusione nelle graduatorie di istituto, saranno riammessi nei termini per presentare ex novo le eventuali domande di inclusione. Nelle more di attuazione delle operazioni di costituzione delle nuove graduatorie e della diramazione defi nitiva delle graduatorie di circolo e di istituto valide per l’anno scolastico 2012/13, i dirigenti scolastici che abbiano necessità di nominare dei supplenti potranno utilizzare le graduatorie del precedente anno scolastico, stipulando contratti in attesa dell’avente titolo, così come previsto dall’articolo 40 della legge n.449/97.

via ItaliaOggi

Leggi la bozza sul conferimento supplenzeal  personale docente, educativo ed ATA.

Potrebbero interessarti anche...