Marotta, la serietà, l’affare sfumato, l’informazione, la macchina e la banana. Come spiegare a quelli che la serietà è un’altra cosa

La serietà è assai nobile, sentirne parlare da un dirigente della squadra che ha passato gli ultimi 20 anni nei tribunali è il colmo, però la faccia tosta evidentemente non ha limiti, se poi a fargli eco è la stampa, beh… ci rendiamo conto come la realtà viene completamente stravolta e – ricordiamolo –  parliamo di calcio, di sport, figuriamoci cosa ci raccontano quando di mezzo ci sono interessi più grossi come quelle della politica…

Ma ritorniamo all’affare sfumato fra la società bianconera e l’Inter,  lo facciamo perchè ci piace evidenziare come – a nostro modo di vedere – si sarebbe comportato un onesto padre di famiglia ci serviamo di esempio fatto ad un nostro caro amico (ma gobbo) che parlava anche lui di società, quella nerazzurra, poco seria e becera.

L’esempio che abbiamo portato è estremamente semplice ma efficace allo stesso tempo e parla di una macchina e di una banana.

Converrai con me  – scrivevo al mio caro amico Almerindo, ottimo chef, ma, ahinoi, tifoso gobbo – che l’affare Vucinic/Guarin era tutto a favore della ruBBe, scoperto l’altarino persino un bambino avrebbe bloccato l’affare. A questo punto la stampa anzichè dire: guarda quel tale Thohir, forse così fesso non è… cosa fa? Anzichè tessergli qualche lode, inizia a dire che all’inter sono poco seri, facendo eco alle parole di quel tale Marotta. Strano, molto strano, questa cosa, diceva Mourinho, si chiama prostituzione intellettuale.

Adesso ti faccio un altro esempio (rivolto sempre ad Almenrindo n.d.r): metti caso che per la tua macchina in cambio ti offra una banana, in un primo momento sei d’accordo di fare l’affare e sei pure felice, poi tua moglie ti dice: ahooo che stai facendo, guarda che la macchina è nuova e la banana è vecchia e sta marcendo. A questo punto prendi coscienza e inizi a renderti conto che stai prendendo una fregatura e ti tiri indietro, secondo te io posso essere felice della tua decisione? Di certo no, magari mi arrabbio pure perchè non ti ho fregato e sul groppone mi è rimasta la banana, da retribuire pure. Preso dall’ira inizio a dire che non stai ai patti, che sei poco serio, che non sei di parola e bla bla bla…
Ecco, la storia fra Vucinic e Guarin è molto simile a questa storiella,  dunque tu continua a sostenere che sono poco seri e pure beceri,  dal canto mio sono felicissimo che lo siano e che non si siano fatti fregare, semplice il concetto?

Potrebbero interessarti anche...