Il Maestro Manzi, un grande!

Nel 1981 la riforma ministeriale sostituì i voti nella scuola elementare e media inferiore con una scheda nella quale si doveva scrivere un giudizio verbale, il maestro Manzi (il più famoso maestro d’Italia perché dal 1960 al 1968 aveva insegnato a leggere e scrivere attraverso la televisione) si rifiutò di bollare un ragazzo con un giudizio verbale e per questo fu sospeso dall’insegnamento. Personaggio scomodo ma importante, il ministero insistette perché accettasse di scrivere questi giudizi e tornasse a scuola, Manzi accettò e, da allora, sulla scheda di ogni suo allievo scrisse sempre e solo questa frase.
UN GRANDE

Danilo Ramirez

Potrebbero interessarti anche...