Patata bollente: Feltri rinviato a giudizio

E’ innegabile che in questi anni la stampa abbia dato contro a Virginia Raggi anche per questioni commesse da altre amministrazoni ed ereditate dal sindaco donna della Capitale.

Uno degli attacchi più feroci, a mio avviso, lo fece Feltri definendo la Raggi “patata bollente”, un attacco sessiste che indignò tutti, comprese le donne del centro-destra. Tutti.

Oggi, annuncia Vittoria Casa del M5S su facebook: “Tutti voi ricorderete quando il quotidiano Libero dedicò la prima pagina a Virginia Raggi con un articolo il cui titolo era “patata bollente”. Bene, Il direttore del quotidiano Vittorio Feltri è stato rinviato a giudizio e dovrà rispondere dell’accusa di diffamazione aggravata nei confronti della Sindaca di Roma.

Un processo nel quale non verrà difesa soltanto l’onorabilità di Virginia Raggi ma anche quella di tutte le donne che ogni giorno sono costrette a subire epiteti ingiuriosi e a respirare un clima maschilista e prevaricatore.

Perché, diciamolo forte e chiaro, di bollente ci dovrebbe essere solo il volto di chi dovrebbe vergognarsi per non conoscere altro linguaggio che quello dell’offesa”.

Invece chi volesse cucinarla la patata, consiglio questi libri di ricette che è la cosa migliore da fare in casi come questi.

Potrebbero interessarti anche...