La Cgil-Flc cambia idea sulla Riforma Moratti

La Cgil-Flc, attraverso un documento approvato dalla Segreteria Nazionale, ha deciso di cambiare la propria posizione a proposito della Riforma Moratti. Sin dall’inizio, l’Organizzazione Sindacale, si era espressa a favore di una sua completa abrogazione. Oggi, invece, è disponibile al suo mantenimento purché si operino profonde modifiche. Il passaggio, che apre a questa nuova posizione, è contenuto in questa frase: "In particolare abbiamo chiesto e ribadiamo la richiesta di cancellare i provvedimenti del Ministro Moratti su Scuola, Università e Ricerca, affermando nel contempo l'esigenza di scelte che realizzino pienamente il diritto al sapere come un fattore di uguaglianza e di sviluppo sostenibile, attraverso i necessari interventi di ridefinizione normativa sui terreni oggetto delle controriforme Moratti." Questa apertura ha spiazzato oltre a noi ITP l’intero mondo della scuola, che più volte, in questi 5 anni, è stato chiamato in Piazza per chiederne l’abrogazione. Non vorremmo che il più importante sindacato italiano, al cospetto di un governo “amico”, modificasse radicalmente le sue posizioni.  

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Remo Nastri ha detto:

    Beh, da sindacati come quelli italiani che hanno agito da sempre attraverso clientelismi, ci si può aspettare questo ed altro.
    Duri e puri si…quando si sta all’opposizione!