La Juve perde 2 – 1 con la Reggina

Lì, al Granillo, dove l’ex dirigente della Juventus Luciano Moggi aveva chiuso negli spogliatoi l’arbitro Paparesta, stasera si è consumata la vendetta.

La Juventus ha perso per 2 – 1 contro

la Reggina. I dirigenti della squadra torinese lamentano un arbitraggio a “senso unico” che ha penalizzato i bianconeri. Diversi gli episodi dubbi, a dire il vero hanno interessato entrambe le formazioni anche se

la Juve può rivendicare due rigori uno netto su Sissoko, stranamente l’arbitro ha concesso la regola del vantaggio. Tuttavia va detto che la gara sostanzialmente è stata corretta, ottimo il primo tempo della Reggina che in chiusura segna con Bienza la rete del vantaggio, meglio gli ospiti nella ripresa che al 27’ segnano con Del Piero grazie ad una papera del portiere. A fine gara il presidente Coboldi Gigli intervistato dai giornalisti di Mediaset ha dichiarato che l’arbitro sicuramente ha sbagliato in buona fede, però di errori ne ha commessi parecchi e per contenere tali errori non riesce ad immaginare quale strumento si può applicare per rendere oggettive le valutazioni degli arbitri. Il presidente a chi gli ha chiesto se c’è un complotto contro la sua squadra ha risposto che non crede a nulla di simile.Al di la di questo

la Juventus e i suoi tifosi non saranno affatto contenti delle prestazioni del nuovo acquisto Sissoko, impreciso sotto porta e vergognoso in occasione del fallo commesso su Amoruso che ha determinato l’assegnazione per i padroni di casa del rigore che gli ha permesso al 91’ di chiudere la gara sul 2 -1.

Potrebbero interessarti anche...