Quando l’insegnante scoppia!!!

I mezzi a disposizione degli insegnanti per garantire la disciplina in classe sono sempre meno. Se a questo sommiamo: lo stress causato dalla precarietà del posto causata dai recenti tagli scellerati, l’autonomia scolastica che spinge i dirigenti considerare gli studenti come una utenza da tutelare, le famiglie da accontentare sempre e comunque anche con decisioni a volte discutibili, una società che non considera più prestigiosa la professione del docente (sottopagata e continuamente bistrattata dai media) si crea un mix esplosivo che a volte si manifesta con l’emergere di azioni violente ed ingiustificate come quelle descritte nell’articolo qui di seguito.

Studente maleducato è stato malmenato dal prof: ha fatto bene?

Un paio di cuffiette che un ragazzo si rifiutava di mettere via ed è partita una rissa tra insegnante e alunno. In un’aula dell’Istituto tecnico Cardano di Piove di sacco, in provincia di Padova, sono volati schiaffi e spintoni, e alla fine persino un morso sul collo assestato dal prof. al giovane. In seguito il docente è stato denunciato per lesioni personali e abuso di mezzi di correzione.

Secondo quanto riportato dal Corriere del Veneto, la violenta lite si è svolta lo scorso 19 maggio in uno scenario da fine anno scolastico, con il professore che cercava di interrogare per gli scrutini finali e i ragazzi che facevano confusione intorno. E un ragazzo in particolare che non si limitava a chiacchierare con i compagni, ma ha preso a girovagare in classe con le cuffiette alle orecchie. A quel punto A.M, professore di 37 anni descritto tra l’altro come un prof-in-classedocente liberale e tollerante, ha ordinato al ragazzo di tornare al suo posto, promettendogli una sberla se non avesse ubbidito.

ma la spavalderia del ragazzo avrebbe fatto precipitare la situazione, con il professore che si comportava come se si trovasse su un ring invece che in una classe. Mentre il giovane continuava a girovagare incurante del rimprovero, il prof. gli avrebbe assestato uno schiaffone sulla nuca, facendolo cadere. A quel punto è cominciata la rissa: i due si sono presi a botte davanti al resto della classe, con gli altri ragazzi che hanno dovuto cercare di dividerli. Ma prima che tutto finisse, l’insegnante ha fatto in tempo ad afferrare il suo alunno alle spalle e morderlo sul collo, procurandogli una ferita che i medici del pronto soccorso hanno giudicato guaribile in una ventina di giorni.

Una volta raccontato tutto a casa, il ragazzo è stato accompagnato dalla madre dai carabinieri per sporgere denuncia contro l’insegante.

via Studenti.it


Potrebbero interessarti anche...