Cenone di Capodanno, eccolo in numeri

Nel periodo natalizio continua a tener banco il cenone, su cui scoppia una guerra di cifre: secondo Coldiretti infatti verranno spesi 2,8 miliardi mentre per Confesercenti si assisterà a un calo della spesa del 9%. Alla spesa più importante dell’anno coincidono altrettanto grandi sprechi: per la Cia 500mila tonnellate di cibo finiranno nella spazzatura, per un totale di 80 euro a famiglia. Non mancano poi i consigli per sostenere gli eccessi delle feste: il Corriere della Sera di sabato prescrive, infatti, moto prima di colazione, magari a base di arance rosse; nei grandi pasti fare attenzione all’eccesso di proteine, quindi limitare salumi e carne, da preferire comunque bollita, mentre per gli anziani evitare fritture e sostituire il burro con l’olio.

Non manca però chi preferisce la tradizione: da leggere il racconto di Elvira Serra sul Corriere della Sera di sabato dedicato proprio al rito del gran cenone: “Natale è vigilia. E vigilia è la cena. Perché il rito della preparazione – per gli altri, per sé, per chi non c’è più – dà un senso alla festa, la rende unica rispetto al resto dell’anno”. In tema di tradizione poi non può mancare la celebrazione del dolce natalizio per antonomasia: il panettone, che sulle pagine di Oggi ispira due grandi chef milanesi, Cracco e Oldani, che a questo dolce dedicano il libro: “Panettone a due voci” (Giunti).

via Club di Papillon


Potrebbero interessarti anche...