Il piano segreto del sen. Pittoni: la farsa continua…

Onestamente, leggendo le dichiarazioni del sen. Pittoni, non sappiamo se ridere o se piangere (leggi), certo è che emergono tutti i luoghi comuni degli uomini del carroccio, la cosa che inizia a preoccupare è che con il tempo si stanno trasformando in vere e proprie fisime. Queste fisime ovviamente stanno spingendo l’esimio leghista a studiare un piano segreto per impedire l'”invasione” di docenti meridionali nelle province padane e consisterebbe nientepopodimenochè in un test di valutazione dei titoli, insomma un esame per accertare se sono stati conseguiti oppure comprati o addirittura  falsificati. Come dicevamo nel titolo siamo alla farsa verde-padana che continua a far ridere per queste alzate di ingegno.

Esemplificando il pensiero dell'”illumuminato“: i docenti meridionali andrebbero verificarti perchè imbroglioni?

A tal proposito ci va giù pesante anche OrizzonteScuola che scrive: “Il piano segreto consisterebbe in test di valutazione per accertare che i titoli acquisiti dai meridionali siano meritati. Perchè è questo il punto su cui insiste l’On. leghista, i titoli dei docenti meridionali non sono stati conseguiti con merito e, in quanto meridionali, questi docenti qualche inganno lo hanno pur commesso. Tutto sta nell’indagare. Senonchè, ad indagare bene, a quanto pare, le carte false non hanno confini se è vero quanto riportato dalla “Tribuna” di Treviso circa una donna Trivigiana che avrebbe falsificato i documenti per iscriversi in graduatoria per ottenere un posto da docente o un ruolo da bidella in una delle scuole della provincia“.


Potrebbero interessarti anche...