Il latte di mamma nelle mammelle delle mucche OGM

Non sono cessate le polemiche dopo il silenzio assenso sul commercio di carne ogm da parte della Ue. Oggi su Repubblica esce la notizia di un possibile latte di mucca made in Cina che, opportunamente modificato, potrebbe sostituire quello materno. Secondo la China Agricola University nell’arco di dieci anni si potrà avere in commercio un latte di mucca che, grazie all’inserimento di proteine umane come il lisozima (che protegge dalle infezioni) e la lattoferrina (che rinforza il sistema immunitario), sostituisca quello materno.
Immediate le reazioni anche da parte di uno dei Paesi pioneri dell’ogm come l’Inghilterra dove la GeneWatch ha avvertito: “Ci sono milioni di interrogativi sul fatto che il latte di queste mucche sia sicuro per gli esseri umani, è difficile verificarlo se non si fanno test su larga scala”. Non mancano però pareri positivi come quello espresso dal professor Gilberto Corbellini su Repubblica: “Tonnellate di studi ci dicono che, dopo ventanni, l’ogm non ha provocato danni all’uomo”, ma anche per lui pensare di sostituire il latte materno è “un po’ pretenzioso”.

via Club di Papillon


Potrebbero interessarti anche...