Scuola – Si lavora al testo per le utilizzazioni dell’anno scolastico 2011/12

La riforma GelminTremonti ha gli stessi effetti della cancrena: man mano che viene applicata produce una caterva di sovrannumerari. Ricordiamo, per chi i non addetti ai lavori, che si tratta di personale di ruolo che per effetto dei pesanti tagli agli organici finisce in condizione di sovrannumerarietà. Le conseguenze sostanziamente sono due: la prima è che (ri)diventeranno precari, saranno trasferiti in un altra scuola anche a centinaia di chilometri di distanza rispetto alla sede di appartenenza; la seconda è che se non ci sono posti disponibili in procincia, rimarranno a disposizione della scuola di appertenza a “zero” ore ovvero senza cattedra.

Proprio per questo personale, come ogni anno, si sta predisponendo l’emanazione del contratto per le utilizzazioni che a quanto pare dovrebbe confermare l’impianto della mobilità 2011. Prima del varò definitivo dovrà passare l’esame della Ragioneria Generale dello Stato e del Dipartimento della funzione pubblica per verificarne la compatibilità economico-finanziaria.

Probabilmente occorreranno almeno altri due mesi, ricordiamo, però, che non essendo più prevista la proroga al 31 agosto del termine per la conclusione delle operazioni di utilizzazione del personale di ruolo e delle successive assunzioni, è indispensabile che si proceda alla sottoscrizione del contratto non più tardi dei primi giorni del mese di luglio per consentire l’espletamento da parte degli uffici territoriali delle operazioni di avvio del prossimo anno scolastico entro il 31 luglio p.v..

In allegato, e in esclusiva, trovate le note trasmesse al MIUR dal Dipartimento della Funzione pubblica e dalla Ragioneria Generale dello Stato nelle quali sono state formulate osservazioni in relazione all’attuale contratto sulle utilizzazioni. Scaricateli [LINK]


Potrebbero interessarti anche...