Soprannumerari – Cara Anief questa volta non ti capiamo

Abbiamo sempre apprezzato l’impegno dell’Anief che a suon di ricorsi ha ottenuto per i precari della scuola una serie di conquiste importanti. Oggi però facciamo fatica a comprendere una sua proposta di emendamento al cosiddetto decreto “milleproroghe“. In sostanza il sindacato chiede:

Prevedere il reinserimento di tutti i docenti di ruolo cancellati dalle GaE per evitare sovrannumerarietà, corsi di riconversione professionale, cassa-integrazione e licenziamenti.

Saltiamo l’articolato e passiamo alla spiegazione:

La norma intende utilizzare la finestra delle graduatorie ad esaurimento per agevolare la mobilità forzata del personale docente in esubero o soprannumerario, prima della conseguente cassa-integrazione e del licenziamento previsto dalle norme vigenti. Conseguentemente, permette l’inserimento di tutti i docenti che hanno conseguito un’abilitazione. (affollandole e posizionandosi evidentemente prima degli altri precari? n.d.r)

Ricapitolando, se non abbiamo capito male, il sindacato chiede che il personale già di ruolo dovrebbe mantenere un piede anche nelle graduatorie ad esaurimento dei precari per garantirsi eventualmente altre immissioni in ruolo? Quali se in quella provincia per quella classe di concorso si è già in esubero?

Sempre secondo quello che abbiamo capito (o forse abbiamo capito male) tale pratica eviterà prima la cassa-integrazione e poi il licenziamento? In una sorta di “tutti di ruolo e tutti precari”?

Beh se le cose stanno così come le abbiamo intese, A Ruota Libera non le condivide e invita l’Anief a chiedere con maggior forza l’allargamento degli organici e/o l’attivazione di percorsi di riconversione così come stabilito dall’art. 482 del Testo Unico [LINK]

Se le abbiamo capite male siamo aperti a qualsisi tipo di chiarimento.

Qui di seguito la nostra intervista a Marcello Pacifico presidente dell’ANIEF

Potrebbero interessarti anche...