L’enologo condannato ai lavori socialmente utili, ma che utili non sono?

Giorgio Rivetti, celebre produttore di vino, fu colto nel 2009 mentre guidava con un tasso alcolemico alterato. Due mesi fa la decisione, al termine dell’iter giudiziario, di scontare la condanna con lavori socialmente utili presso il comune di Neive (Cn). E qual è stata l’idea dell’amministrazione? Un corso in sei lezioni ai vignaioli su come migliorare l’appeal del proprio vino sui mercati esteri. L’iniziativa però non è andata giù all’Associazione italiana dei club alcologici locali e all’Associazione italiana vittime della strada, che sulla vicenda hanno presentato un esposto al Tribunale di Alba, che ora sembra destinato a sortire i suoi effetti. Quindi probabilmente niente più lezioni per l’enologo, ma altro tipo di lavori socialmente utili. (Lo manderanno a potare le vigne? No, neanche quello verrà considerato utile) (La Stampa ed. Cuneo di domenica, da cui è tratta la foto)

via Club di Papillon

Twitter @liboriobutera

Potrebbero interessarti anche...