TFA 2012 – Le riflessioni amare del Comitato di agitazione permanente delle scuole biellesi

Abbiamo preso atto dello spostamento dell’incontro con la Biollino e il Provveditore a proposito degli studenti/carcerati. Ci sembra una incontro inutile e sentiamo di essere trattati come dei “rompicoglioni”. Noi certamente lo siamo, ma abbiamo cercato sempre di fare cose utili, finalizzate alla risoluzione dei problemi. Comunque andremo, spiegheremo le ragioni necessarie, e agiremo di conseguenza. Siamo pessimisti, non vediamo soluzioni all’orizzonte!
All’incontro di lunedì 2 aprile alle 14 in Provveditorato dobbiamo essere un numero discreto: è una questione di dignità, di rispetto degli svantaggiati, di efficacia delle istituzioni!
Con un certo sconcerto abbiamo “analizzato” la questione relativa al TFR: abbiamo la sensazione che siano in corso manovre oscure finalizzate a finanziare le Università, stabilizzare un piccolo gruppo di “precari con abilitazione” disponibili a tutto, cacciare definitivamente dalla scuola “gli ultimi”, i più precari!
Ci siamo riproposti di approfondire, Davide preparerà una prima riflessione, ma crediamo urgente svilupppare subito una critica serrata a queste manovre.
Dobbiamo stringere modi e tempi per il Convegno “la scuola che vogliamo”…
E’ in corso una protesta dei genitori sulla questione delle mense a Biella. Presto, speriamo, ci giungeranno dell’informazioni che ci potranno permettere una presa di posizione utile e efficace.
Forse dovremmo pronunciarci sull’articolo 18 ???
Ci vediamo martedì 3 aprile 2012, stesso luogo e stessa ora, partecipiamo per fare il punto prima della pausa pasquale!

Twitter: @liboriobutera

Potrebbero interessarti anche...