In Italia in calo il consumo di frutta e verdura

Gli italiani cambiano dieta e questo ha un diretto impatto sulla salute. Secondo quanto messo in luce dall’ultimo rapporto OsservaSalute 2011 per la prima volta, a causa della crisi si è registrata una flessione della frequenza di coloro che dichiarano di consumare 5 e più porzioni al giorno di verdura, ortaggi e frutta. A supporto della ricerca i dati Coldiretti secondo cui gli acquisti di frutta e verdura delle famiglie italiane sono stati pari a circa 347 chili, con un calo di oltre 100 chili (-22%) rispetto a dieci anni fa. il cambiamneto della dieta, da imputarsi alla crisi economica, ha un effetto diretto sulla salute: nel 2010 gli italiani con problemi di sovrappeso risultavano essere circa il 45% del totale con una crescita preoccupante tra i bambini tra i 6 e i 17 anni. (la Repubblica) Eugenio Del Toma sulle stesse pagine invita a riconsiderare l’uso-abuso delle bibite zuccherate e degli energy drink, mentre assolve le merendine che, come emerge dalle ricerche di Coni, Inran e Unione consumatori, hanno tutte le carte in regola.

via Club di Papillon

twitter: @liboriobutera

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Forno a microonde ha detto:

    E pensare che secondo Veronesi bisogna mangiare cinque volte al giorno frutta e verdura!
    Questo signfica di ripristinare addirittura la colazione di metà mattina e lo spuntino di metà pomeriggio.
    Sara